Gatti
Francesco Marino

Francesco Marino nato a Napoli nel 1971 si è diplomato in Composizione, Pianoforte e Strumentazione per banda, presso il Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone, conseguendo il biennio di specializzazione in Composizione con la votazione di 110/110 cum laude. Premiato in concorsi nazionali ed internazionali è autore di musica da camera, per pianoforte e per orchestra, eseguita in Italia e all’estero da rinomati interpreti.
Sue composizioni sono pubblicate da Bèrben e raccolte nelle opere discografiche Ricordanza, Francesco Marino e Riflessi, a cui sono state dedicate in esclusiva le trasmissioni “Diapason”, “Intervista con...” e  “New Music”, in onda sul canale italiano ed europeo della Radio Vaticana, e  “Notturno italiano” diffuso da Rai International in tutti i Paesi del mondo.
Il CD “Riflessi”, patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e promosso dall’etichetta discografica La Bambolina (Bergamo), è stato distribuito in tutte le edicole italiane in allegato alla rivista nazionale Suonare news (n. 161, maggio 2010).
Nell’ambito della musica applicata ha composto commenti teatrali, colonne sonore per cortometraggi, lungometraggi e documentari prodotti da numerosi enti. Tra questi si segnala: l’opera multimediale La Patrie dal Friûl, commissionata dalla Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Lor.Enz, la Società Filologica, Scientifica e Tecnologica Friulana (regia di Marcello Baldi); due mediometraggi-documentario Sissa una scuola di talenti, prodotti da Rai International (regia di Paolo Brunatto).
Recensioni inerenti sue composizioni sono apparse sui maggiori quotidiani, riviste nazionali, trasmissioni televisive e radiofoniche come Suonare news, Classic Voice, VivaVerdi, Rai TV, Sky, Rai International, Radio Rai Italia e Radio Vaticana che ha trasmesso 24 puntate interamente dedicate alle sue molteplici iniziative artistiche che spaziano dalla direzione di eventi all’attività di compositore.
La sua opera, inoltre, è stata oggetto di lettere referenziali di eccelse personalità come S.E. Rev.do Monsignor Ambrogio Spreafico, Cappellano di Sua Santità, nonchè recensioni dei critici musicali Luigi Fait  e  Francesco Arturo Saponaro.
Ha curato la direzione artistica di diverse manifestazioni culturali tra cui le rassegne “Apollo e Dioniso” e “Ascolta la Ciociaria” che hanno riscosso unanimi consensi di pubblico e di critica. Firmatario di innumerevoli scritti per programmi di sala di concerti, è direttore artistico dell’Associazione Diapason ed autore di trascrizioni di opere pianistiche, cameristiche e orchestrali di altri compositori (Debussy, Ravel, Skrjabin, Verdi, Refice, Fantini, Lees, Frisina). Ha curato, inoltre, l’analisi stilistico-formale di numerosi lavori nonchè la prima revisione integrale delle composizioni strumentali di Licinio Refice.
Vincitore del concorso indetto per l’a.a. 2008-2009 nell’ambito del Master in “Ingegneria del suono”, istituito presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma “Tor Vergata”, è docente del corso di “Laboratorio di notazione musicale con elementi di contrappunto ed armonia”. È responsabile dei rapporti interistituzionali per l’Italia meridionale del progetto C.O.M.I. (Consorzio Operatori Musicali Italiani) e collaboratore redazionale del trimestrale di informazione musicale VivaMusica, di cui cura la rubrica “Mezzogiorno in punto”.
E’ insignito delle seguenti Onorificenze: “Distintivo d’Onore per i feriti in servizio” rilasciato dal Ministero della Difesa; “Croce d’Argento” per il servizio svolto nell’Arma dei Carabinieri; Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” concesso dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

i